giovedì 2 luglio 2015

Come è fatto il motore v6 turbo Renault di Formula 1 del 2014 - prima parte

In questo post voglio mostrarvi alcune immagini riprese in rete del motore Renault Sport "Energy" di Formula 1 presentato ad inizio del 2014

La Renault è stata sempre molto attenta nel dare ai suoi fans e sostenitori, qualche immagine dei loro motori ad inizio campionato di ogni anno, ma con l'avvento dei nuovi motori turbo nella formula1 del 2014, la casa francese si è spinta oltre, è stata davvero "generosa" divulgando per prima le prime immagini dei loro motori per il 2014, ma lo ha fatto addirittura nel 2013! Inizialmente con dei rendering 3D foto realistici, e poi, ad inizio campionato 2014, con la presentazione ufficiale. 
Presentazione ufficiale motore Renault Sport "Energy" V6 turbo per anno 2014
Presentazione del motore Renault V6 turbo ad inizio 2014



Di seguito, vi propongo una raccolta generosa di immagini di questo splendido motore, che poi non abbia dato i risultati sperati dal costruttore transalpino, questo è un'altra cosa, io ammiro la tecnica in ogni motore, non le squadre o nazioni che le compongono o i loro risultati.

Ma non preoccupatevi! in futuro vi presenterò anche il materiale fotografico che troverò dei motori di altre squadre e costruttori, su questo blog, tutti i MOTORI hanno spazio! Anzi! vi anticipo che ho del materiale davvero spettacolare ed interessante su alcuni motori di F1 ed altre categorie minori che vedrò di postarle al più presto nei mesi seguenti, visitatemi con regolarità, sarà da non perdere!!


Queste le specifiche tecniche dichiarate e/o presunte (da indiscrezioni o regolamento):
  • Cilindrata: 1600 cc (max. da regolamento 2014)
  • Numero di cilindri:  6 (imposto da regolamento 2014)
  • Disposizione Cilindri: a V (imposto da regolamento 2014)
  • Max. Giri/min:  15000 giri/min (max. da regolamento 2014)
  • Tipo iniezione: Diretta (imposto da Regolamento 2014)
  • Pressione iniezione: 200 Bar (max. da regolamento 2014)
  • Pressione max. Boost: 350 kpa (assoluti, ovvero fino a 2,5 Bar di press. turbo)
  • Numero Turbocompressori: 1 

Dopo 25 anni ritornano i motori turbo alla Formula 1, ma rispetto alla libertà tecnica degli anni 80, i motori attuali risultano particolarmente "imbrigliati", la preoccupazione della Federazione Internazionale dell' Automobile (FIA) era quella di limitare l'escalation di potenze che questi motori avrebbero potuto fare se avessero dato ai costruttori motoristici più libertà, ma onestamente (opinione mia personale, ma comunque molto condivisa nel Circus) forse si sarebbe dovuto osare di più, lasciando qualche concessione in più ai tecnici, infatti, a discapito dei predecessori degli anni 70-80, attualmente tutti i motori devono essere dei V6 con un sistema di recupero dell'energia (ERS/KERS) che aggiungono 150-160 cv alla potenza del motore termico che nel caso di questo motore Renault Sport "Energy" si stima intorno ai 600 cv per un totale di 760 cv.




Presentazione motore Renault di Formula 1 per l'anno 2014
Presentazione motore Renault Formula1 per l'anno 2014

Dettagli motore Renault F1 per il 2014
Dettagli motore Renault F1 per il 2014

Vista 3/4 superiore del motore Renault Sport V6 Turbo di F1 2014
Vista 3/4 superiore (rendering 3D) del motore Renault Turbo fi F1 per l'anno 2014, si notino le coperture in carbonio dei collettori di scarico ed il singolo turbocompressore con doppia entrata gas di scarico (del tipo twin scroll) e del foro di aspirazione dell'aria in posizione verticale, questo perché dove usualmente troviamo la bocca di aspirazione dell'aria del compressore, qui troviamo l'unità MGU di recupero energia collocata all'interno della V, sotto il collettore di aspirazione.

Vista laterale motore Renault F1 turbo 2014
Vista laterale del motore, si può notare la grandezza e la posizione del turbocompressore con la singolare collocazione dell'aspirazione d'aria.


Tecnico Renault durante le fasi di progettazione dello scarico del motore V6 turbo per l'anno 2014
Fasi di studio e progettazione del motore Renault Sport V6 Turbo per il campionato 2014, qui il tecnico sta visualizzando al computer il disegno CAD 3D dei collettori di scarico.


Schema del funzionamento del sistema a recupero di energia, nell'immagine superiore a sx e centrale, si vede il recupero dell'energia durante il rilascio del gas in frenata mediante un generatore-motore posizionato nell'asse del turbocompressore, in accelerazione però, da generatore si trasforma in motore, facendo accelerare la girante del turbo affinché la risposta dello stesso sia istantanea all'aprire del gas da parte del pilota. Nelle immagini sotto invece, si vede l'unità di recupero energia in frenata che a sua volta diventa propulsiva e quindi apporta una certa quantità di potenza extra al motore per pochi secondi.


Esploso motore Renault V6 turbo F1 2014
Esploso di montaggio (Rendering 3D) del motore Renault F1 Turbo 2014, si possono vedere i collettori di scarico ai lati della V, il turbocompressore, il collettore di aspirazione in carbonio al centro della V, l'unita Batteria e gestione MGU, l'unità MGU-K (il motore che si sotto il collettore di scarico lato sx, questo recupera l'energia in frenata direttamente dal movimento del motore e restituisce potenza addizionale in accelerazione quando si usa il KERS nei punti della pista consentiti. Sotto il collettore di aspirazione, si può intravedere il motore/generatore MGU-H collegato al turbocompressore.  


vista posteriore motore Renault F1 turbo 2014
Vista posteriore del motore, si evidenziano chiaramente l'imponente turbocompressore con le due entrate separate per le due bancate dello scarico (twin scroll), l'unità MGU-K alla sua sx, sotto i collettori scarico, e l'uscita della frizione al centro.

vista anteriore di 3/4 del motore Renault V6 turbo 2014
vista anteriore di 3/4 del motore, si evidenzia in primo piano il lungo serbatoio dell'olio posto al centro del motore in posizione verticale (serve a massimizzare il pescaggio olio anche in caso di frenate da oltre 4 g.


vista laterale motore Renault F1 Turbo 2014,
Vista laterale del motore Renault sport "Energy" V6 turbo in cui si può apprezzare sull'anteriore, il lungo serbatoio dell'olio (lubrificazione a carter secco) posto in posizione verticale per garantire il corretto pescaggio del lubrificante anche in frenate estreme da oltre 4 g, si apprezza anche il collettore di aspirazione in carbonio, i collettori di scarico della bancata di  sinistra, la pompa benzina ad alta pressione (meccanica, viene fatta funzionare da un'eccentrico sulla camma di aspirazione, ne sono presenti due di queste pompe, una per bancata).


vista anteriore di 3/4 con tutti i componenti del sistema propulsivo
Rendering 3D con tutti i componenti che conformano il sistema propulsivo, il motore termico V6 turbocompresso completo di collettori scarico schermati con copertura in carbonio, collettore di aspirazione, turbocompressore al posteriore, air scoop per aspirazione verso il compressore del turbo, intercooler inclinato e gruppo batterie e controllo MGU unit.


Comparazione tra i motori V6 turbo di F1 Renault Sport anni 80 vs anno 2014
Comparazione tra il motore Renault Sport V6 turbo anni 80 (biturbo) e quello 2014, sempre V6 ma da 1600cc di cilindrata invece che 1500cc e monoturbo (ma con limitazioni giri e di consumo imposte per regolamento tecnico ai fini del controllo delle prestazioni da parte della FIA)


installazione in vettura del gruppo propulsivo termico-elettrico
installazione in vettura del gruppo propulsivo termico-elettrico si noti la compattezza e la posizione del pilota (ormai standard in tutte le monoposto a muso alto degli ultimi 15 anni!)

motore Renault V6 Turbo 1600cc vista anteriore di 3/4
vista in dettaglio della testata dx e della copertura dei collettori di scarico della stessa bancata, in questa foto non è presente la pompa di carburante ad alta pressione (vi è posto un tappo).

vista superiore motore Renault Sport V6 Turbo 2014
Vista superiore (rendering 3D foto realistico ), si noti l'imponente intercooler rispetto al compatto propulsore, si possono anche notare l'air scoop (presa d'aria), l'unità batterie e controllo MGU units, il turbocompressore sul retro e i due gruppi scarichi coperti da schermatura in carbonio.




Fine della prima parte, guarda adesso la seconda parte, !!






Nessun commento:

Posta un commento

Fammi sapere la tua opinione su questo articolo, se hai idee, dubbi, critiche o perplessità, non esitare a commentare!!

Iscriviti alla newsletter per restare sempre aggiornato degli articoli del blog!